martedì 12 gennaio 2016

Infertilità e PMA







"E’ difficile immaginare ciò che si nasconde veramente nell’animo di una mamma che ha a che fare con l’infertilità di coppia. Tuttavia, se si immagina il cuore come un puzzle, si comprende subito che alle aspiranti mamme che non riescono a procreare manca un pezzo: queste donne non riescono a  dare un senso concreto a quella che avverto come la naturale missione del proprio corpo, non riescono, cioè, a fiorire.

L’infertilità tradisce le promesse della vita perché di fatto l’esistenza comune racconta della donna come mamma, come culla, come procreatrice e la società immagina che la coppia debba evolversi nel figlio.
Diciamo subito che non si può nemmeno parlare di sospetta infertilità prima che sia trascorso un anno di infruttuosi tentativi di procreazione. Le giovani coppie e tutte le aspiranti mamme debbono, quindi, liberarsi dall’ansia della procreazione immediata.
Sul concepimento influiscono una pluralità di fattori che determinano spesso un’attesa di qualche mese. Programmare un figlio o stabilire che è arrivato il momento giusto per diventare mamma non è certezza di concepimento. E molto spesso l’ansia da procreazione influisce negativamente sulla possibilità di assistere ad un gioioso e atteso volo di cicogna.

Rilassatevi e godetevi in piena serenità l’attesa di un figlio. Non pronunciate mai invano la parola infertilità.

Per sgomberare il campo da ogni possibile equivoco, diciamo subito che l’infertilità di coppia è una diagnosi che deve fare un medico sulla base di prime indagini diagnostiche mirate. Pertanto nessuno può nemmeno ipotizzare l’infertilità di una coppia prima degli esami specifici e degli accertamenti medici.
Solo il ginecologo, trascorso un congruo periodo di tentativi non proficui e compiuti i debiti accertamenti, può avanzare l’ipotesi di avviare un percorso di procreazione medicalmente assistita.
L’infertilità può essere determinata da fattori organici spesso anche banali: età dei partner o di uno di essi; stress, problematiche sessuali , psicologiche o ambientali, condizioni di impedimento attinenti all’apparato riproduttivo. 
Ma l’impossibile procreazione può anche dipendere da “cause misteriose” ovvero cause che sfuggono alla lente di ingrandimento della medicina, in termini medico-scientifici si parla di fattori idiopatici.

Diagnosticata l’infertilità la coppia è chiamata ad una scelta di vita: affrontare o non affrontare un percorso di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita)"

link all'articolo