martedì 21 aprile 2015

E l'eterologa?





Qual'è la situazione attuale dell' eterologa in Italia? Una coppia prova a mettersi dall'altra parte, per cercare di donare ovuli e spermatozoi nei centri lombardi di fecondazione assistita. Il risultato? "no", "non so" "ci dispiace ma..."



"Dicono che l'eterologa  -  partita un anno fa, praticamente imposta dalla magistratura  -  non stia decollando. Dicono che non ci sono abbastanza donatori e per questo il meccanismo non si mette in moto: manca la "materia prima", insomma.

Bene, allora proviamo a donare, proviamo a capire come si fa a dare una mano. Proviamo a stare dall'altra parte della barricata: non quelli che chiedono un aiuto alla scienza per avere figli, ma quelli che si mettono a disposizione. Entrambi trentenni, in buona salute e armati di altrettanta volontà, scopriamo però che nella ricca, efficiente e moderna Lombardia donare agli altri (e senza chiedere nulla in cambio) è un'impresa disperata, per veri temerari. E così incassiamo sfilze di "no", "non so", "eh?", "ci dispiace ma... " e affini."


link all'articolo:
http://www.repubblica.it/salute/2015/04/18/news/_il_nostro_viaggio_a_vuoto_nel_labirinto_eterologa_l_italia_non_e_ancora_un_paese_per_donatori-112236442/